ChiaraCaminante sul Camino Krk…

“La mia vera meta sarà sempre un posto da cui ripartire”…

…non ricordo dove ho letto questa frase ma da tanto la scrivo in ogni taccuino che porto con me nello zaino…per questo cammino io e Ele sister siamo ripartite 2 volte, dividendo le 7 tappe ufficiali in 4 giorni a giugno e 5 giorni a ottobre di quest’anno…
…siamo arrivate tutte e 2 le volte in auto con i nostri genitori che hanno girato l’isola in bicicletta, e che sono stati di gran supporto!!!
…era da un po’ che studiavo cammini nuovi e quando online sono incappata nel Camino Krk in Croazia mi ha attirato assai…

…1° giorno da Krk a Linardici…23 km
…giunte in tarda mattinata nell’isola all’omonimo capoluogo Krk andiamo a ritirare all’ufficio informazioni le credenziali certificate dall’Ufficio del Pellegrino di Santiago de Compostela e mettiamo il primo timbro che si trova in una cassettina di metallo appena fuori dalla loro porta…e dopo un veloce giro in centro, via verso la nostra prima destinazione Linardici, qualche km prima del fine tappa ufficiale…
…il cammino è super segnato, con indicazioni in linea con il Camino de Santiago, concha gialla su sfondo blu…
…questa prima giornata è molto wild, paesaggi super e poco asfalto, devo ammettere però che il caldo ci ha sfiancate ma una fresca radler poco prima dell’arrivo ci rianima!!!
…alla sera ceniamo con i nostri genitori con mega vista sulla baia di Pinezici…

…2° giorno da Linardici a Malinska…25 km
…un sacco di querce secolari da abbracciare, antichi luoghi di pellegrinaggio!!! Attraversiamo foreste e a tratti raggiungiamo la costa, dove non ci facciamo mancare un bagno rinfrescante dato che il caldo si fa sentire parecchio…
…visitiamo antiche chiese lungo il percorso dove troviamo un sacco di timbri, sono tutti bellissimi e si trovano in scatoline di metallo chiuse con dentro il timbro legato…e io collezionista seriale di timbri sono felicissima!!!

…3° giorno da Malinska a Omisalj…25 km
…quasi tutti lungo la costa con una bella varietà di percorsi e viste davvero favolose…
…il cammino è veramente ben segnalato, con indicazioni con la concha e freccia gialla…
…tuffi in mare per rinfrescarsi e brindisi a radler…all’arrivo ci ritroviamo con i nostri per dormire tutti assieme e cenare con vista mare…

…4° giorno da Omisalj a Uvala Voz…12 km
…nel nostro ultimo giorno sull’isola, avevamo l’idea di provare a fare tutti i km da Omisalj a Cizici, ma il caldo folle ci ha fatto arrendere a circa metà tappa…
…partite alla mattina da Omisalj abbiamo preso il lungomare, che dopo un po’ cambia impatto e diventa più wild, presto ci fermiamo a fare un bagno nell’acqua fresca…
…continuando quasi sempre lungo la costa raggiungiamo la punta più a nord, dove passiamo sotto il ponte che collega l’isola alla terraferma…
…l’ultimo tratto della nostra giornata caminante è un sentiero che segue una piccola lingua di spiaggia dove di nuovo entriamo in acqua visto i 35°…arriviamo a Uvala Voz dove i nostri genitori ci recuperano e da dove ripartiamo in auto per ritornare a casa dopo questa prima tranche…

…e a ottobre, appena siamo riuscite ad incastrare alcuni giorni liberi per tutti, facciamo ritorno sempre con i nostri genitori a Uvala Voz da dove ricominciamo il cammino…

…5° giorno da Uvala Voz a Cizici…
…poco dopo aver ripreso i passi in salita, con una vista favolosa, troviamo la cassettina con il timbro del ponte…
…i sentieri scorrono in mezzo ad una natura prepotente, in circa 5km arriviamo alla grotta Biserujka che visitiamo, l’esperienza di scendere sotto terra è davvero super interessante…
…altri 5km e arriviamo a Cizici dove brindiamo con radler, ormai il nostro simbolo di questo cammino…

…6° giorno da Cizici a Vrbnik…22 km…
…i paesaggi sono super, il mare presenza quasi costante e i sentieri continuano ad essere incredibili…
…e vicino ai ruderi di un castello troviamo probabilmente il timbro più strano che io abbia mai visto: incorporato in un cartello di metallo (purtroppo il tampone dell’inchiostro è secco e usiamo delle foglie grasse al posto dell’inchiostro)…da qui iniziamo a camminare molto velocemente, ci siamo accorte che i cinghiali hanno scavato tutto il sentiero, devono essere molti, procediamo cantando…
…entrando a Vrbnik ci dirigiamo subito verso la secret beach, una piccola spiaggia assai affascinante dove entro nell’acqua gelida per un icebath…
…nel piccolo centro paese c’è pure la strada più stretta al mondo, 43cm di larghezza…dopo averla percorsa andiamo a fare un brindisi con vino bianco Zlahtina e un panorama TOP…

…7° giorno da Vrbnik a Baska…23 km
…tappa tosta ma bellissima, con un dislivello di più di 700 mt, praticamente tutta in natura, tra sentieri e sterrati, partendo dai vigneti di Vrbnik, passando per il masso Baba…salendo poi al Moon plateau e scendendo a Baska per il Path to the Moon…non incontrando una persona o una casa in quasi tutti i km…
…brindisi finale con super vista…
…apro però una parentesi polemica: cari amici che fate trail running o chissà che altro e che ciucciate i gel, ho 2 domande: 1) perché non li finite? erano tutti mezzi pieni 2) perché come li avete portati via non li rimettete in tasca una volta bevuti, al posto di buttarli in mezzo ai sentieri? ne abbiamo raccolti tantissimi e non c’erano altri tipi di rifiuti in giro!!! È davvero un peccato vedere tutta sta plastica in questi luoghi assai naturali!!!

…8° giorno da Baska a Punat…15 km
…partiamo dal centro dove abbiamo dormito e ci dirigiamo verso la chiesa di St Lucia per il 1° timbro della giornata, poi verso la Chiesa di Batomalj salendo per la Via Crucis e dove troviamo un altro timbro…
…da qui inizia un sentiero che si inerpica dritto verso la cima Lipica, arriviamo e ci imbattiamo nella bora, camminiamo nell’altopiano per parecchi km, abbiamo la fortuna di vedere un bel numero di grifoni davvero da vicino che scappano appena ci sentono…
…la bora aumenta e inizia a piovere…l’utilità dei nostri mantelli tra vento e pioggia è praticamente nulla, siamo piombe dalla testa ai piedi…
…continuiamo tra distese di rocce, tra i mrgari i vecchi recinti dei pastori e tra piccoli picchi con croci…e pioggia e bora…anche nella discesa verso Punat, dove giungiamo sulla Via Crucis con 3 enormi croci che sovrastano il paese…
…dormiamo qui con i nostri genitori che ritroviamo dopo 3 giorni, loro hanno continuato a girare l’isola in bicicletta…
…ceniamo in mezzo ad un uliveto da Ulika Maslinik, piatti e vino assai super (io felicissima di un’ampia scelta vegan)!!!

…9° e ultimo giorno da Punat a Kornic e poi Krk…10 km
…partendo da Punat i km sono davvero pochi per raggiungere la destinazione finale di questo cammino la Chiesa di Sv. Jakov, arriviamo felici anche se stanche dalla giornata precedente…ultimo timbro nella cassettina accanto alla chiesa e via a piedi fino a Krk in mezzo ad un sacco di uliveti…
…all’ufficio informazioni di Krk ritiriamo la Compostela che è scritta in Glagolitico il più antico alfabeto slavo, che abbiamo ritrovato spesso sotto varie forme in monumenti, chiese e opere lungo la nostra strada…

…ottima organizzazione in questo camino che è praticamente un periplo dell’isola in 7 tappe, molto interessante, davvero ben segnalato, e per mia enorme gioia un sacco di bei timbri posizionati in cassettine di metallo all’aperto lungo il percorso: nella mia credenziale ne conto 27, io stamp addicted super super happy!!!

…e a Krk, prima di tornare a casa, ultimo brindisi a radler tutti insieme!!!

Grazie a Sister per i passi condivisi, grazie a Ma e Pa per il supporto!!!

…tutte le info sul cammino le abbiamo trovate qui https://caminocroatia.com/camino-krk/ tranne il dormire, non esiste ancora una lista di accoglienze collegate al cammino, perciò ci siamo affidate a booking e airbnb…

19-22.06.2023 + 16-20.10.2023

Share your thoughts